Su cbssports.com, nella sezione dedicata al mondo NBA, c’è una pagina in cui sono elencati – distinti per franchigia – i giocatori che hanno subito infortunio, con l’indicazione della sede e dei tempi di recupero. Molto interessante, perché facendo a oggi una statistica emerge che la franchigia con il maggior numero di defezioni legate a infortunio è quella dei Menphis Grizzlies con 7, seguita da New Orleans Pelicans e Chicago Bulls con 6 ciascuna.



E si nota anche che ad aver risentito meno del problema sono: Atlanta, Boston, Charlotte e Oklahoma con un infortunio ciascuno per squadra. Tra queste si noti la presenza di Boston che – solo lo scorso anno – dovette rinunciare alle ambizioni di anello proprio per il numero importante di defezioni tra cui quella di Irving.

Percentuali di infortuni subiti da NBA players distinti per tipologia

  1. Ginocchio 17%
  2. Caviglia 14%
  3. Piede 6,5%
  4. Spalla 3%

Gli infortuni del distretto oro-facciale non sono considerati in questa lista perché non determinano di solito l’impossibiltà assoluta a disputare partite. Il danno ai denti, o ai tessuti molli del cavo orale e delle labbra, ha infatti un valore molto più importante se riferito al condizionamento psico-sociale e a quello economico derivante.

Gianluigi Fiorillo, Coordinatore Elite Lab

 

Un nuovo approccio alla prevenzione delle lesioni del Crociato Anteriore

Cosa accade con l’infortunio nella mente di un atleta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.