Il Quiet Eye è una modalità per concentrare l’attenzione durante il tiro, sperimentato molto sui golfisti impegnati nel putt e – in un recente articolo – provato su cestisti impegnati nella effettuazione del tiro libero. Come indicato dalla Dott.ssa Anna Saito, “Il putt è nel golf una competenza particolarmente suscettibile alla discontinuità e richiede movimenti precisi e accurati e spesso eseguiti in condizioni di elevato stress emotivo. Il controllo dello sguardo è stato un obiettivo importante per la ricerca negli ultimi anni, essa ha rivelato differenze significative di prestazioni legate proprio alla capacità di controllo su questo, dimostrando che i giocatori più esperti utilizzano le strategie di controllo di sguardo mostrando performance migliori.“

8F248933-6CF8-4E0E-9247-1F3D648A11DA

Il primo studioso a valutare il controllo di sguardo, sia di giocatori esperti che di principianti durante lo svolgimento del putting, è stato Vikers nel 1996 che evidenziò, tra i due gruppi differenze significative di competenza durante l’allineamento e l’esecuzione del putt. In particolare, i giocatori esperti tenevano gli occhi fissi sul retro della palla per circa due secondi prima dell’inizio del backswing e mantenevano questa fissittà fino al contatto della palla con il putter. Il loro sguardo rimaneva poi stabile nella stessa posizione per circa 0.3-0.5 secondi dopo che la palla era stata colpita. Questa “fissazione di sguardo” nella mira è stata poi definita Occhio Tranquillo, il Quiet Eye o QE. Il QE contribuirebbe cioè ad attivare e prolungare gli sistemi attenzionali del giocatore di golf, e “Teoricamente, periodi più lunghi di Quiet Eye permettono agli esecutori del gesto tecnico una proroga di programmazione (attenzione dorsale), riducendo al minimo la distrazione (attenzione ventrale) da altri fattori scatenanti interni o ambientali.”

65C75050-678F-4C9D-91C7-33870648153A

Il QE è stato testato anche in ambito cestistico, con specifico riferimento all’esecuzione del tiro libero, situazione paragonabile a quella del putt del golfista, in cui l’atleta non ha avversari intorno, solo con se stesso ma distratto dalla tensione, dall’emotività, dai condizionamenti ambientali. Sempre sullo European Journal of Sport Sciences, lo stesso Vikers dimostrò nel 2017 gli stessi concetti applicati al basket, anticipando nel titolo i risultati: Quiet eye training improves accuracy in basketball field goal shooting.

8CFBDFBD-1A0A-47AA-9033-77484DDA57B5

Anche in questo caso, così come nel golf putting, viene indicato  che  lo sguardo di un cestista di alto livello si mantiene fisso sul canestro o su un punto preciso dello stesso durante la preparazione al tiro, durante il rilascio della palla e si prolunga nella sua fissità anche con la palla in volo. Ciò consente a chi tira un elevato livello di concentrazione e di isolamento dal contesto emozionale e ambientale che può essere sottoposto a training se, durante gli allenamenti al tiro libero, il cestista impara a individuare un punto specifico del canestro sul quale mirare tenendo l’occhio fisso e stabilendo la descritta situazione di Quiet Eye. Ciascuno può scegliere il proprio punto fisso, ma di solito esso é rappresentato dal primo ferro o dal piatto bullonato che lega l’anello al tabellone. L’importante é fare in modo di continuare volontariamente a guardare il punto prescelto prima, durante e dopo il tiro.

Se cerchiamo meglio, troviamo anche il contributo di Leighann Doan, cestista canadese molto famosa nel suo paese, che ha testato un caschetto con telecamera in focus con lo sguardo: ebbene la testimonianza che traduciamo in questo post, fornisce un’idea di ciò che può accadere: “Il test consisteva nello sparare dei tiri liberi indossando un casco dall’aspetto molto strano con le telecamere focalizzate sui miei occhi, tutto il tempo connesso a un computer. Sembrava molto semplice, ma la tecnologia alla base era incredibile. Non sapevo davvero cosa farne, ma pensavo di non aver nulla da perdere provandolo. Al completamento del test, mi è stata data l’opportunità di dare un’occhiata esterna a ciò che i miei occhi stavano guardando mentre mi stavo preparando a sparare il mio tiro libero. Quello che ho visto mi ha stupito. Per tutto il tempo ho pensato di aver fatto un buon lavoro concentrando gli occhi sul mio obiettivo mentre stavo completando la mia routine. Non sapevo che i miei occhi erano effettivamente indaffarati a ‘guardarsi intorno’. Ciò che intendo è che, anche se stavo guardando nella direzione dell’anello a cui stavo sparando, i miei occhi stavano saltando dall’angolo superiore del tabellone all’angolo in basso, dalla parte anteriore del cerchio al bordo inferiore. Quando mi sono fermato a pensarci, sono state molte informazioni che la mia mente ha registrato per poi passare al mio corpo. Avevo bisogno di insegnare ai miei occhi come focalizzarsi su un singolo punto, dando alla mia mente la possibilità di vedere il mio obiettivo e poi passare le informazioni critiche al mio corpo per eseguire i movimenti esatti. Sembrava tutto molto scientifico, ma quello che è venuto fuori è stata una effettiva modifica della mia routine di tiro libero.”

Ciascun cestista, a qualsiasi livello competa, può a questo punto riflettere…

Elite Lab

Torna alla home


Link:

https://www.researchgate.net/profile/Joan_Vickers/publication/232452867_Training_Quiet_Eye_Improves_Accuracy_in_the_Basketball_Free_Throw/links/0deec516e2424e4e6f000000/Training-Quiet-Eye-Improves-Accuracy-in-the-Basketball-Free-Throw.pdf

Quiet eye training improves accuracy in basketball field goal shooting. Vickers JN, Vandervies B, Kohut C, Ryley B. Prog Brain Res 2017;234:1-12.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.